15 ott 2007

Una Teoria Molto Affascinante

Vi riporto di seguito un vecchio post che avevo messo più di un anno fà...Il potere della comunicazione






Quando entro in un supermercato e scelgo cosa acquistare liberamente e volontariamente, mi chiedo se veramente sto acquistando liberamente e volontariamente o se l’unica libertà e volontarietà è nell’atto di acquistare e ottenere qualcosa che qualcuno strategicamente e sapientemente mi ha indotto a desiderare.



Donna di 75 anni alta 1 m e 30 con la gobba, la peluria sul viso simile ad una barba e con un peso di 95 kg. Vi siete creati l’immagine?, Avete sensazioni? Ne siete attratti fisicamente? Volete conoscerla per uscirci? Credo proprio di no ed è proprio quello che volevo indurre specificando queste caratteristiche alla parola astratta DONNA. L’incanto è finito. Ora pensate ancora se vi dicessi, vuoi conoscere una DONNA mia amica? Ed aggiungessi è una vera femmina… cosa vi viene in mente? Quali rappresentazioni? Non dite a nessuno che mi riferivo alla vecchia di prima, è donna e femmina vero???




Potere della comunicazione astratta senza contenuto o dai molteplici contenuti … donna è un termine astratto e per trarre il contenuto, che non c’è devo inventarmelo e rappresentarmelo. E qui la magia della persuasione, quale contenuto metto in un contenitore vuoto? Se ho un bicchiere vuoto e ho sete ed ancora ho la possibilità di riempirlo con ciò che voglio cosa ci verserò? Quello che più mi piace e quello che più emotivamente e fisicamente mi attira.

Attenzione ho inserito un'altra variabile alle parole astratte, riprendiamo la frase “Se ho un bicchiere vuoto e ho sete ed ancora ho la possibilità di riempirlo con ciò che voglio cosa ci verserò” il neretto ho sete rappresenta motivazione e contenuti emotivi forti che mi spingono a compiere azioni verso obiettivi. Mi spiego meglio, se dico che ho un bicchiere vuoto e… non ho sete anzi mi viene da vomitare al semplice pensiero di bere, forse nel bicchiere non inserirò nulla, se invece ho molta sete e sono giorni che non bevo il gioco è fatto.


Parole vuote e astratte fortemente attivanti emotivamente, con contenuti di cui ho bisogno generano un fortissimo potere persuasivo. Pensate ora ad un cartellone di una forza politica dell’opposizione che recita “Lavoro, dignità” con sullo sfondo il simbolo politico. Lavoro è una parola vuota, astratta, pensate a quante immagini, sensazioni, parole, rumori, suoni, odori, gusti, che può attivare in ognuno di noi! Stessa cosa con dignità. Ma cosa intende specificamente per lavoro o dignità? Lavoro per chi?, Di chi?, Ma… lavoro per qualcuno?, Più lavoro? Tutto posso inserire ed immaginare, ed ancora più interessante posso agganciare altre parole vuote, contratti indeterminati, contributi, salario, stabilità, felicità, fortuna, serenità, famiglia, è un turbine di associazioni, quante cose mi vengono in mente con una parola vuota. Pensate che sia un caso che nel cartellone non è stata specificata e lasciata vuota? Potenza della comunicazione…




la parola Lavoro è tra quelle che stanno al primo posto in tutti i sondaggi italiani che rispondevano alla domanda di cosa hai bisogno ora e cosa ti aspetti dal prossimo governo? Interessante, ricordate al bicchiere vuoto e alla sete??? È stata condotta una ricerca di mercato, hanno visto di cosa si ha bisogno, si trova la parola che condensa quanti più bisogni si inserisce in un cartellone con il logo di partito e il gioco è fatto.


2 commenti:

Weltall ha detto...

Questo tuo post mi ha fatto pensare ad un vecchio film di Carpenter, Essi Vivono, te lo ricordi?
Quello dove gli alieni si mimetizzavano tra la popolazione e i cartelli pubblicitari per strada nascondevano messaggi subliminali del tipo "lavora", "riproduciti".
Forse non siamo ancora a questo livello però... ^___*

Istanbul ha detto...

Notevole. Davvero notevole, complimenti!!
Scusa non ti ho ancora aggiunto ai viandanti causa (poco) tempo.... lo farò non appena recupererò un po' di tempo virtuale. E ora dimmi che senso ho dato all'inciso "tempo virtuale" eheheh...

besos
ire

"

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità: non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.Quasi tutte le immagini pubblicate sono tratte da Internet: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio che provvederà alla loro pronta rimozione.
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Add to Technorati Favorites WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS! Googlerank, pagerank di Google TopOfBlogs MigliorBlog.ithttp://www.wikio.it